18/12/2015

Lazio Creativo: 100% Creatività, 1% nois3

Carlo Frinolli

Carlo Frinolli

“Lazio Creativo – 100 Storie Di Creatività” è il volume presentato assieme al Fondo della Creatività 2016 dal Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti insieme all’assessore regionale alla Cultura e Politiche giovanili, Lidia Ravera al Chiostro del Bramante a Roma Mercoledì 16 Dicembre 2015. Selezionati da Paola Manfroni per la sezione “Pubblicità e Comunicazione Visiva” anche Nois3 rappresentantano la creatività della regione.

“Lazio Creativo – 100 Storie Di Creatività” è il volume presentato assieme al Fondo della Creatività 2016 dal Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti insieme all’assessore regionale alla Cultura e Politiche giovanili, Lidia Ravera al Chiostro del Bramante a Roma Mercoledì 16 Dicembre 2015. Selezionati da Paola Manfroni per la sezione “Pubblicità e Comunicazione Visiva” anche Nois3 rappresentantano la creatività della regione.

Non capita tutti i giorni.
Al Chiostro del Bramante ci sono stato per alcune mostre, eventi artistici. Da spettatore per lo più.

Mercoledì 16 dicembre scorso invece ci sono stato per qualcosa di più. Assieme ad Emanuele – e ad Imke, che era via per lavoro e piacere – siamo stati invitati alla presentazione di un libro, che è più di un libro.

“Lazio Creativo – 100 Storie Di Creatività” è infatti il volume presentato assieme al Fondo della Creatività 2016 dal Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti insieme all’assessore regionale alla Cultura e Politiche giovanili, Lidia Ravera.

Dieci esperti hanno identificato, tra le oltre 630 domande che sono arrivate da tutto il Lazio, dieci creativi per dieci settori, indicando così 100 talenti e progetti creativi e innovativi del Lazio nei dieci ambiti della creatività: moda, architettura e design, arte e fotografia, pubblicità e comunicazione visiva, editoria, illustrazione e fumetto, teatro, musica, cinema e audiovisivo, nuove tecnologie e startup creative – un’equilibrata rappresentazione delle provincie del Lazio, 50% uomini, 50% donne.

E appunto ci siamo stati anche noi, non solo come ospiti ma anche come protagonisti diretti — tra i 100 rappresentanti della creatività della regione Lazio. Una di queste 100 storie è la nostra – la storia di nois3, selezionata da Paola Manfroni per la sezione Pubblicità e Comunicazione Visiva.

Scrive nell’introduzione alla “nostra sezione”:

“La recente diffusione degli strumenti della comunicazione – social media, fotografia digitale, videomaking – consente un facile accesso alle tecniche esecutive e virtualmente fa di ognuno di noi un “comunicatore visivo”. Più di prima invece si rende necessaria una solida formazione culturale per quanti scelgono un mestiere che incide sull’immaginario collettivo, con la responsabilità etica ed estetica che ne deriva. […] Chiamata a segnalare realtà emergenti e interessanti posso fare appello solo a un punto di osservazione personale: gli studi e le persone che ho scelto hanno la mia ammirazione perché condividono medesimi livelli di ambizione, imponendo a sé stessi parametri di eccellenza definiti sia dalla grande tradizione visiva del nostro paese che dall’attuale scenario internazionale.”

A Paola va il nostro sentito ringraziamento non solo perché ci ha permesso di essere un granello in questa spiaggia di storie, ma perché il suo curriculum parla per lei e ci onora che ci abbia selezionato.

Abbiamo assistito alla presentazione e agli interventi dei rappresentati regionali, l’assessore Lidia Ravera, Giampaolo Manzella e infine il presidente Luca Zingaretti. Il cuore dei loro interventi era un inno non retorico alla creatività, intesa come industria creativa. Capace di ideare e trasformare l’esistente trovando strade e forme inusitate.

Non potremmo più essere più d’accordo.

Ma appunto, fosse solo un libro sarebbe molto rumore per poco. E invece c’è di più.

Creativi Digitali e Lazio Creativo

Si chiama Lazio Creativo il piano promosso dalla Regione per stare vicino alle giovani imprese e ai cittadini con un’idea imprenditoriale creativa. La Regione Lazio mette a disposizione 4 milioni di euro per i giovani fino a 35 anni e le piccole e medie imprese. L’obiettivo è promuovere l’incontro e la collaborazione tra i creativi e le aziende che vogliono innovare, cambiare e stimolare la produzione e la fruizione da parte del pubblico. Un progetto, spiegano dalla Regione Lazio, che dimostra come la creatività è stata messa al centro di un disegno programmatico.

Segnalare che costruire un sistema dell’industria creativa è una delle sfide strategiche più importanti, direttamente connessa alla costruzione di un nuovo modello di sviluppo e legata a filo doppio con la vitalità culturale del nostro territorio.

Sono questi, direttamente dalle parole del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, gli obbiettivi del Programma LazioCreativo: due anni e mezzo di lavoro per interventi su diverse iniziative, “dal sostegno a spettacoli e iniziative culturali e creative al finanziamento di startup grazie al Fondo della Creatività, dalla creazione di FabLab dedicati a cultura e creativà a Viterbo e a Roma allo stanziamento di risorse europee su questo settore nel periodo 2014-2020”.

 

Lazio creativo è un libro ma non solo. È qualcosa di più, un lavoro di gruppo fatto di giovani che hanno creato impresa, cultura, marchi e hanno anche percorsi nuovi, progetti inclusivi. Uomini e donne che hanno cavalcato la precarietà diventando imprenditori di se stessi, dieci storie sviluppate in dieci settori differenti raccontate da dieci scrittori, segnalati da esperti. Li hanno intervistati e proposti in 2000 battute: racconti ben scritti, ben pensati e proposti a chi crede ancora nella speranza. Un libro, una antologia di storie vere da leggere e da guardare con 100 ritratti fotografici dove si sente un’onda di positività, creatività e ottimismo

– Lidia Ravera

Il volume è stato pubblicato sia in versione cartacea sia in formato elettronico, in italiano e in inglese. Il progetto è stato realizzato anche grazie al contributo della Presidenza del Consiglio – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale.

1/100: We are nois3

Scrive Paola Soriga:

“Di Nois3 fanno parte Carlo Frinolli e Davide Pavone, romani, Ivan Minutillo, di Formia, Claudia De Medio, di Chieti, Emanuele Macri, di Taranto, Imke Bähr, tedesca, e Natalia Molchanova, che è di origine russa. Hanno studiato ingegneria o design, lingue o belle arti. Carlo Frinolli e Imke Bähr si sono incontrati sul lavoro, molti anni fa, poi mano a mano sono stati coinvolti gli altri, fino ad Andrea Marchesini, che collabora dall’esterno, come anche Natalia Molchanova.

Due anni fa hanno fondato una società e hanno aperto lo studio, al Pigneto, in cui, in un’atmosfera amichevole e rilassata, lavorano a molti progetti di comunicazione e organizzazione eventi. Fra le cose più belle che hanno fatto ricordano la scorsa edizione di Word Usability Day ( www.wudrome.it ), di cui hanno organizzato la tappa romana, ma anche i servizi per Wed in Florence, un’agenzia di wedding planning. Hanno creato wmp2014 (Minorca World Medicine Park): un’app cross-platform che mette in contatto medici e operatori sanitari di tutto il mondo. Sono stati premiati dalla piattaforma Behance, che mette in contatto i creativi di tutto il mondo, che li ha inseriti in alcune loro raccolte come Branding Served (www.brandingserved.com) e App Served (www.appdesignserved.com).

nois3bookdetail

La loro forza è la passione che mettono nel lavoro che fanno, l’attenzione ai dettagli, la capacità di creare empatia con i progetti, come fossero loro. Per questo la loro firma è Designed with love by Nois3. Un metodo di lavoro che, racconta Carlo Frinolli, “è basato sul buonsenso, ma che noi pomposamente chiamiamo visual thinking” che vuol dire lavorare assieme al cliente, coinvolgerlo, parlare il suo stesso linguaggio. Sognano di crescere, di poter essere più tranquilli sul piano economico e di riuscire a farlo continuando a seguire i progetti nello stesso modo, con la stessa cura, lo stesso amore. Senza snaturarsi, ricordandosi sempre che “se diciamo briffare ci viene da ridere”.

Lazio Creativo: è solo l’inizio.

Durante l’evento Zingaretti ha annunciato:

Il prossimo anno vorremmo aprire il sito Lazio creativo, un portale dedicato a questo mondo. Sarà una piattaforma di scambi e comunicazione.

A gennaio 2016 la Regione pubblicherà il secondo bando da 1 milione di euro Fondo della creatività per il sostegno e lo sviluppo di imprese nel settore delle attività culturali e creative, che sostiene con un contributo a fondo perduto la nascita e lo sviluppo di start up innovative, operanti nei settori dell’audiovisivo, delle tecnologie applicate ai beni culturali, dell’artigianato artistico, del design, dell’architettura e della musica, cofinanziandone i costi di avvio e di primo investimento.

Save

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo post su:
Please, rotate the screen
or view the website on other screen.