15/02/2014

Hello World! We are nois3!

Carlo Frinolli

Carlo Frinolli

Finalmente possiamo dirlo anche noi, Hello World. Siamo rinati, la transazione è stata lenta, ma abbiamo preferito lavorare su noi stessi che buttarci a capofitto e magari rifare gli stessi errori.

Finalmente possiamo dirlo anche noi, Hello World. Siamo rinati, la transazione è stata lenta, ma abbiamo preferito lavorare su noi stessi che buttarci a capofitto e magari rifare gli stessi errori.

È dal 17 settembre scorso che volevamo dirvelo. Finalmente possiamo:

Hello World!

Come gli abbrivi che si rispettino, anche noi cominciamo nel modo digitale che ci contraddistingue: quello del primo output da far stampare a un nuovo software con cui giocare.

E non è l’unico dei termini con cui ci viene facile contraddistinguerci.

Un altro modo di vederla è reboot.

Dopo aver archiviato un’esperienza importante ma oramai stantia e senza prospettive, eccoci qui.

Avremmo potuto perpetrare gli errori del passato, buttarci a capofitto nel lavoro, nella ricerca dei progetti, dei prospect e prima ancora dei clienti e delle fatture.

Avrebbe avuto il senso prospettico a cui siamo abituati in questo paese.
Abbiamo invece voluto rompere il circolo malefico in cui ci eravamo rinchiusi, con me in prima fila: lavorando su noi stessi come prima cosa.

Migliorandoci.

Kaizen (改善) è la composizione di due termini giapponesi, KAI (cambiamento, miglioramento) e ZEN (buono, migliore), e significa cambiare in meglio, miglioramento continuo.

Ed è per questo che vogliamo cominciare questa avventura digitale – ché quella reale è tale da alcuni mesi ;) – con alcuni ringraziamenti.

Ad Alessio Ricco compagno di avventure del gruppo CoDesign Jam di cui Imke ed io facciamo parte, che ha curato una fondamentale facilitazione in cui ci siamo scoperti, uniti e affrancati dal circolo.

Senza Pierluigi Pugliese e il suo corso sulle metodologie agili, che ci ha dato una struttura agile, una motivazione per perseguire l’obiettivo di lavorare meglio, non faremmo abuso di post-it e la nostra mano sinistra continuerebbe a non sapere cosa faccia la destra.

Non potevamo che finire con Samadhi: da adesso siamo tutti molto più forti, e le sfide che ci si proporranno saranno più divertenti da affrontare in compagnia dei nostri fratellini di The Fool.

Non aggiungeremmo altro, all’iniziale Hello World, se non uno stay tuned.

we are nois3

EDIT: se volete sentire cosa ascoltavamo nel lancio…

DMOZ Free Directory Submission

Condividi questo post su:
Please, rotate the screen
or view the website on other screen.