31/08/2014

Pillole di quotidiana (in)usabilità: tutte le direzioni.

Carlo Frinolli

Carlo Frinolli

I test con gli utenti sono indispensabili, lo sappiamo. Spesso ci dimentichiamo però di essere utenti. E questo ci porta a un piccolo paradosso. Voglio provare a spiegarvelo qui.

I test con gli utenti sono indispensabili, lo sappiamo. Spesso ci dimentichiamo però di essere utenti. E questo ci porta a un piccolo paradosso. Voglio provare a spiegarvelo qui.

Ovvero di chi si dimentica di essere un utente quando si trova dall’altra parte della barricata.

Per chi fa il nostro lavoro, anche andare in vacanza non significa smettere di notare certe cose. Specialmente quando si va in un posto in cui non si conoscono le strade, e il 3G – grazie 3 dell’assistenza – è piuttosto una chimera. Ed è esattamente in questo istante che si prospetta davanti a voi il cartello: “TUTTE LE DIREZIONI”.

IMG_9963

In fondo, prima che dedicassimo mille e più disquisizioni su quanto sia importante lo user journey quando progettiamo uno dei nostri ammennicoli, siamo stati tutti un po’ viaggiatori. Chi di noi non si è trovato dinanzi a una disarmante pletora di cartelli stradali che puntano ovunque, con pochissimo tempo per decidere dove svoltare, o peggio – come dice il titolo di questo post – davanti al temibile: “TUTTE LE DIREZIONI”, salvo poi avere accanto il cartello Centro che punta altrove.

IMG_4739

Oppure state cercando una via particolare, e il brillante installatore di toponomastica cosa decide di fare (o se preferite il più brillante installatore di pali della luce…)

IMG_1800

Ebbene, la mia conclusione, per chi è arrivato a leggere fin qui è semplice: perché quando siamo per strada abbiamo ben presente quanto sia dolorosa una scelta confusionaria come queste di cui abbiamo (sor)riso tutti una volta ogni tanto, e quando invece siamo davanti a un nuovo progetto ci dimentichiamo di essere utenti? Proviamo a pensare a TUTTE LE DIREZIONI quando stiamo facendo una scelta, potrebbe essere un buon metodo – per lo meno di buon senso – per validare la stessa. Ovviamente non voglio farvi la morale, ma è una piccola riflessione che mi è venuta in mente in ferie, e quindi ve la condivido.

Update!

Perché in fondo, è importante non introdurre barriere architettoniche.

10626863_10204718783108148_5476828847628106873_n

Una replica a “Pillole di quotidiana (in)usabilità: tutte le direzioni.”

  1. Mauro Tronconi ha detto:

    Grazie..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo post su:
Please, rotate the screen
or view the website on other screen.